BMW CS Vintage Concept - Un omaggio a Giovanni Michelotti

Questo progetto è una rivisitazione della BMW E9 disegnata da Giovanni Michelotti. Ma in realtà si concentra su due modelli:
la 2000 CS (E120) e la E9 di Michelotti che ne prende il posto nel 1968.

A suo tempo la 2000 CS aveva ottenuto un discreto successo grazie alla linea filante, alle prestazioni brillanti e alla buona qualità costruttiva, così la Casa di Monaco di Baviera pensò di elevarne il segmento di mercato d'appartenenza installandovi la nuova generazione di propulsori a 6 cilindri in linea, riprogettando gli interni e ridisegnando l'unica parte di carrozzeria che aveva suscitato perplessità: il frontale. Il nuovo frontale, opera di Giovanni Michelotti, diede notevole slancio a tutto il corpo vettura.
Lo stilista Torinese eliminò i grossi fari rettangolari e la mascherina limitata al doppio "rene", in favore di un frontale a freccia,
dotato di un'ampia mascherina nera opaca e di quattro fari circolari.

L’intervento è molto simile alle operazioni di ringiovanimento applicate oggi da tutte le case automobilistiche che hanno il compito
di mantenere il prodotto appetibile e competitivo per il cliente senza effettuare modifiche tecniche sostanziali. Eppure il passaggio tra la E120 e la E9 fu particolarmente importante per la BMW perché il nuovo frontale diede una identità stilistica decisa alla vettura con una fortissima personalità. Il disegno con i quattro fari circolari si è rivelato un schema stilistico vincente che la casa
da oltre 35 anni ancora oggi porta avanti evolvendola e riproponendola su tutti i modelli BMW.

La BMW CS Vintage Concept utilizza il pianale di base dell’attuale serie 6 Coupé. Lo stile, nonostante le numerose citazioni provenienti dal passato, è sostanzialmente contemporaneo con proporzioni aggiornate e con dettagli moderni molti dei quali si ispirano a soluzioni stilistiche della nautica.

Il design degli interni è minimalista caratterizzato da linee semplici con materiali pregiati come il legno o la pelle cucita a mano.
Non mancano i riferimenti alle coupé della BMW degli anni 60: i quattro strumenti circolari sulla CS Vintage Concept diventano quattro piccoli schermi TFT di cui i due laterali sono liberamente configurabili. Il monitor centrale a scomparsa visualizza la maggior parte delle informazioni sulla navigazione e sull’infotainment.